Che Pasqua sarebbe senza le uova? Scopriamo insieme tanti modi divertenti per dipingere e colorare le uova con tempere e pennelli oppure con coloranti naturali.

Ancora oggi, decorare le uova per la Pasqua con tanti colori e fantasie è un’usanza molto apprezzata dai bambini. Vediamo insieme quali tecniche possiamo utilizzare.

Come preparare le uova sode

Per realizzare le uova colorate di Pasqua, il primo passo è ovviamente… cuocere le uova! Per dipingerle come più ci piace, infatti, le uova devono essere sode. Quindi: mettete le uova in una pentola, copritele d’acqua e mettetele sul fuoco.
Quando l’acqua comincia a bollire, coprite la pentola con un coperchio e lasciate in infusione per circa 10 minuti. Dopo, svuotate la pentola dall’acqua calda e raffreddate le uova sotto l’acqua corrente.

Non volete usare le uova sode? E allora potete usarle… vuote! Per svuotarle, fate un buchino a ognuna delle due estremità e soffiate con forza in uno dei due buchini, facendo uscire il contenuto dell’uovo dall’altra cavità.

Cavolo rosso, spinaci o caffè e i colori vengono da sé!

Una volta pronte, possiamo colorare le nostre uova con pennarelli indelebili, colori a tempera, adesivi; possiamo anche incollare perline, fiori secchi, elementi di pasta salata e tutto quello che la fantasia suggerisce!

Oppure, perché non colorarle con frutta e verdura?
Sì bambini, avete capito bene, alcuni alimenti possono sprigionare colori naturali spettacolari!

Basta preparare una specie di brodo vegetale, in cui far cuocere direttamente le uova, con mezza pentola di acqua e due tazze di uno di questi ingredienti:

  • cavolo rosso (per uova rosse)
  • barbabietole (per uova blu)
  • spinaci (per uova verdi)
  • caffè o tè o semi di cumino (per uova marroncine)
  • bucce di cipolle bionde (per uova gialle)
  • succo d’uva o vino rosso (per uova viola)

Insomma, liberate la vostra creatività, mescolate i colori, incollate tutte le decorazioni che preferite e otterrete delle uova di Pasqua personalizzate e super originali!