Una bella iniziativa per far conoscere ai bambini come “nascono” i cibi che mangiamo

Hai mai pensato di avere verdure fresche a disposizione e a km zero? La soluzione è cercare di coltivare le verdure direttamente nella propria casa! Sembra impossibile ma non sono necessari grandi spazi: il minimo spazio adeguato per allestire in casa è ricavabile in qualsiasi abitazione! Non serve avere un giardino, un terrazzo o un balcone, ma con qualche piccolo stratagemma si può creare un orto anche tra le mura di casa. Certo non sarà come prendersi cura di un orto all’aperto, ma sicuramente coltivare qualche piantina sarà divertente (e gustoso!)

L’importante è avere a disposizione una zona della casa ben illuminata e aprire le finestre per far circolare l’aria, magari a primavera possiamo spostare le piantine sui davanzali, saranno sicuramente belle tanto quanto i classici fiori!

Per allestire al meglio il nostro piccolo orto domestico si possono scegliere vari supporti (vasi, tavoli da orto) che ci sono in commercio, oppure, dando libero sfogo alla fantasia, si possono utilizzare materiali da riciclo come le cassette di legno.

Che cosa possiamo coltivare?

Sicuramente le erbe aromatiche (basilico, erba cipollina, origano, prezzemolo, salvia, timo…) e poi ancora pomodori, indivia, lattuga, melanzana baby, peperoncino, piselli, ravanelli e spinaci.

Per i principianti, il consiglio migliore è quello di partire dalle erbe aromatiche e un vaso di pomodori!

Ma partiamo dall’inizio:

Per far crescere le nostre piantine aromatiche possiamo scegliere dei vasi (meglio se di terracotta perché più traspiranti, ma vanno bene anche quelli di plastica) e in mancanza di spazio li possiamo sistemare addirittura sulle mensole della nostra cucina, purché essa sia ben illuminata e areata! Ricordiamoci di dotare i vasi di sottovasi, altrimenti rischiamo che l’acqua utilizzata per annaffiare ci bagni i muri e la mobilia! Fatte queste operazioni preliminari possiamo piantare i nostri semi, annaffiare regolarmente e aspettare che le piantine crescano.

Se disponiamo di più spazio possiamo provare a cimentarci nella semina di pomodori e zucchine. Questi ortaggi hanno le radici che vanno un po’ più in profondità, pertanto è necessario dotarsi di un vaso profondo almeno 50 cm.

Per quanto riguarda il terreno si consiglia l’utilizzo di un terriccio universale arricchito con un po’ di ghiaia per il drenaggio dell’acqua.

Quando passeremo al raccolto dei prodotti delle nostre piantine è necessario lavare bene gli ortaggi prima di mangiarli (soprattutto se abbiamo sistemato i vasi in terrazza): l’aria di città purtroppo è inquinata da smog e polveri sottili. Un rimedio può essere quello di coprire le nostre piantine con speciali tessuti che lasciano passare acqua e luce, ma non le polveri sottili!

Buon divertimento e buon appetito!