Tic – tac, tic – tac, l’orario dei pasti è fondamentale per una corretta alimentazione!
Scopriamo insieme in quali momenti della giornata è consigliato mangiare.

Come abbiamo sempre detto, mangiare sano è molto importante, ma bisogna rispettare anche alcuni orari. Suddividere i pasti ci aiuta a mantenere sotto controllo l’introito calorico giornaliero e impedisce di farci venire quei brontolii di stomaco che ci fanno poi mangiare in modo sregolato e abbondante e, a lungo andare, possono danneggiare il nostro stato di salute.

Cosa, come e…quando!

Quando pensiamo alla nostra alimentazione ci focalizziamo molto spesso su “cosa” mangiare e non sul “quando” mangiare. Studi recenti di cronobiologia dimostrano come mangiare a un determinato orario piuttosto che a un altro può fare differenza sia nella capacità di digerire, che di metabolizzare i nutrienti.
Una ricerca dell’International Journal of Obesity dimostra poi come non rispettare gli orari dei pasti possa portare a un maggior rischio di sviluppare patologie cardiovascolari, diabete e obesità.

L’orologio biologico

Ognuno di noi, a seconda delle proprie abitudini, possiede un orologio biologico interno che si aspetta di consumare il pasto in determinati orari. Se il cibo non arriva, si rompe la connessione tra l’attesa del pasto e il pasto stesso e questo può portare, a lungo termine, a problemi di salute.

5, il numero perfetto

Con 5 pasti al giorno tutto torna in armonia e si ha una distribuzione equilibrata dell’introito calorico, alleggerendo la digestione e riducendo il carico dello stomaco e dell’intestino. Fare 5 pasti al giorno aumenta il metabolismo e aiuta a bruciare più calorie!
Al contrario, in situazioni ordinarie, bisogna cercare di non saltare i pasti: il corpo percepisce l’assenza di cibo come una situazione di emergenza e allora cerca di accumulare quanti più grassi possibili per far fronte a questa situazione anomala.

Un discorso a parte andrebbe fatto per i “digiuni depurativi” e per tutte quelle persone, che a causa dei turni di lavoro difficilmente riescono a mangiare sempre allo stesso orario.

La divisione dei pasti all’interno della giornata è la seguente:
– colazione
– spuntino
– pranzo
– merenda
– cena

Quali sono gli orari migliori per mangiare?

Colazione: tra le 7 e le 8.
La colazione bambini è un pasto fondamentale con il quale dovremmo introdurre circa il 20% dell’introito calorico della giornata, mai saltarla!
Spuntino: tra le 10 e le 11.
In questo caso dovremmo introdurre circa il 10% delle calorie totali.
Pranzo: tra le 12 e le 13 con un introito calorico del 35% totale.
Merenda: tra le 16 e le 17 (a seconda del pranzo)
Anche in questo caso, come lo spuntino, dovremmo introdurre circa il 10% dell’introito calorico della giornata.
Cena: tra le 19 e le 20 con un introito del 25% delle calorie totali della giornata.
Evitate di cenare troppo tardi, oltre le 21, perché potrebbero presentarsi problemi di insonnia.