Il ferro è un minerale importante per la nostra salute: bassi livelli di ferro, infatti, possono farci sentire stanchi e nervosi. Scopriamo come evitare carenze assumendo alimenti che ne contengono a volontà!

Il ferro è un minerale che costituisce una parte fondamentale dell’emoglobina, una proteina contenuta nei globuli rossi indispensabile per il trasporto dell’ossigeno nel sangue.

Forti come “Braccio di Ferro”… o forse no!

Gli alimenti ricchi di ferro sono: fegato, cozze, carne di cavallo, legumi secchi (lenticchie, piselli), uova, spigole, cioccolata fondente, prezzemolo e frutta secca.
Come dite? In questo elenco non trovate i famosi spinaci di “Braccio di Ferro”?
Dobbiamo sfatare un mito miei cari amici. Sebbene gli spinaci contengano ferro, questo si presenta in una forma che (ahimè), non è facilmente assimilabile dal nostro organismo. 

In generale tutto il ferro proveniente dal mondo vegetale è assorbito in modo minore rispetto a quello proveniente dal mondo animale, quindi per assumere il quantitativo di ferro di una fettina di carne sarebbero necessari diversi chili di spinaci!

Cosa può portare a una carenza di ferro?

Il ferro presente nella dieta può essere classificato come “eme” o “non – eme”, in generale il ferro “eme” è quello direttamente assimilabile ed è contenuto nelle carni, il ferro “non – eme”, assimilabile invece grazie a degli agenti, è contenuto in alimenti del mondo vegetale. 

Quando, per vari motivi, si ha carenza di ferro si parla di “anemia sideropenica”, che può essere causata da perdite di sangue durante il periodo mestruale, emorragie croniche, oppure in gravidanza, allattamento o diarree croniche.

Attenzione agli integratori!

Ricordate sempre che gli integratori, anche nel caso del ferro, devono essere prescritti dal medico e possono essere somministrati solo nel momento in cui, specifiche analisi del sangue, ne hanno evidenziato una carenza.

Se godiamo di un buono stato di salute, non c’è da preoccuparsi: un’alimentazione varia ed equilibrata garantisce il giusto apporto di tutti i nutrienti, compreso quindi anche il ferro!

Gli amici del ferro

Tra tutti i cibi presenti nella nostra alimentazione ce ne sono alcuni che favoriscono l’assorbimento del ferro e altri no.
L’acidità e la vitamina C in generale lo favoriscono, mentre i fitati, i flavonoidi e i fosfati lo riducono. 

Alimenti che favoriscono l’assorbimento: limone, arancia, melone, fragole, pompelmo, pomodori, broccoli, peperoni, crauti.

Alimenti che inibiscono l’assorbimento: cereali integrali, crusca, prodotti a base di soia, barbabietole, bietole e spinaci, vino rosso, tè e caffè.

Se dopo questi suggerimenti, volete provare a sperimentare in cucina con i vostri genitori, tenete a mente che favorire alcuni abbinamenti consente di assorbire più ferro, come per esempio “condire” la carne o il pesce con del succo di limone oppure accompagnare del bollito di carne con la salsa verde (fatta con prezzemolo)!