Il nostro paese, oltre a essere bellissimo, è anche ricco di prodotti agro-alimentari di eccellenza!

Pertanto con il tempo, molti prodotti sono riusciti a fregiarsi dei marchi di qualità che ne riconoscono la qualità delle materie prime e della filiera produttiva. Iniziamo allora il nostro viaggio tra le bontà italiane!

I marchi di qualità sono certificazioni di prodotto riconosciute agli alimenti dalla Comunità Europea che può riguardare la fase agricola della filiera agro-alimentare e/o le successive fasi di lavorazione e trasformazione. Esse garantiscono al consumatore la provenienza originale del prodotto e/o che il processo di produzione avvenga secondo modalità legate a una tipicità territoriale.

Le certificazioni di prodotti vengono elaborate da Istituti o Enti di Certificazione che, avendo ottenuto l’autorizzazione dal Ministero delle Politiche Agricole, si occupano di garantire il rispetto del disciplinare che regola il marchio di qualità.

Avete mai notate queste sigle nei prodotti che avete in dispensa o frigorifero?

DOP

DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA
possono fregiarsi del marchio DOP solo i prodotti la cui produzione e la cui trasformazione ed elaborazione avviene in un’area geografica delimitata e definita e le cui qualità e caratteristiche sono dovute essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico comprensivo di fattori naturali ed umani.

IGP

INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA
possono fregiarsi del marchio IGP solo i prodotti la cui produzione e/o trasformazione e/o elaborazione avviene in un’area geografica determinata e definita e la cui qualità, reputazione o altra caratteristica, possono essere attribuite all’origine geografica.

STG

SPECIALITÀ TRADIZIONALE GARANTITA
possono fregiarsi del marchio STG i prodotti la cui specificità non è legata ad un’area geografica delimitata ma alla tradizione e quindi all’utilizzo di materie prime tradizionali o ad una composizione tradizionale o ad un metodo di produzione e/o trasformazione tradizionali. Ne è un esempio la “mozzarella stg”: questa specialità a pasta filata deve essere prodotta seguendo particolari metodologie, ma può essere anche di provenienza estera. Chiaramente questo marchio non giova ai Paesi secolarmente depositari della produzione, perché qualsiasi Paese europeo può “appropriarsi” della metodologia produttiva e mettere sul mercato il suo prodotto a discapito di quello proveniente dal Paese originario.

SPECIALITÀ TRADIZIONALE GARANTITA

possono fregiarsi del marchio STG i prodotti la cui specificità non è legata ad un’area geografica delimitata ma alla tradizione e quindi all’utilizzo di materie prime tradizionali o ad una composizione tradizionale o ad un metodo di produzione e/o trasformazione tradizionali. Ne è un esempio la “mozzarella stg”: questa specialità a pasta filata deve essere prodotta seguendo particolari metodologie, ma può essere anche di provenienza estera. Chiaramente questo marchio non giova ai Paesi secolarmente depositari della produzione, perché qualsiasi Paese europeo può “appropriarsi” della metodologia produttiva e mettere sul mercato il suo prodotto a discapito di quello proveniente dal Paese originario.

FORMAGGI

Pecorino Toscano DOP

CARNI

  • Vitellone bianco dell’Appennino Centrale IGP
  • Prosciutto Toscano DOP
  • Lardo di Colonnata IGP

OLIO

  • Olio extravergine di oliva della terre di Siena DOP
  • Olio extravergine di oliva Toscano IGP

ORTOFRUTTA E CEREALI

  • fagiolo di Sorana IGP
  • farro della Garfagnana IGP
  • pane Toscano DOP
  • castagna del Monte Amiata IGP
  • marrone del Mugello IGP

Buon appetito e W le prelibatezze del nostro paese!