La vegetazione della macchia mediterranea è una dispensa naturale di erbe aromatiche! Scopriamo insieme come utilizzarle in cucina.

Le erbe aromatiche sono degli ottimi ingredienti che possiamo utilizzare per insaporire i piatti e quindi ci possono aiutare a ridurre, se non addirittura a eliminare, l’utilizzo del sale.

Le erbe aromatiche sono ricche di proprietà benefiche, profumate e saporite. Scopriamo insieme quelle più comuni.

Il basilico

Il basilico è una pianta regale e maestosa. Il suo nome deriva infatti dal latino basileus che significa “re”.
In estate sicuramente può essere abbinato con pomodori, melanzane o ricche insalate.

Ha proprietà antinfiammatorie, è ricco di vitamina A e C, aiuta a combattere la formazione dei radicali liberi e previene l’invecchiamento cellulare.

Il rosmarino

Il rosmarino è forse l’erba aromatica più utilizzata nelle nostre cucine per esaltare il gusto di arrosti di carne o di pesce, ma anche per insaporire le schiacciate o la cecina.

Ricordiamoci che è ricco di vitamina B, quindi diventa un ottimo alleato per il metabolismo cellulare, aiutando memoria e concentrazione.

La salvia

Ecco un’altra erba aromatica molto presente sulle nostre tavole! È usata fin dall’antichità per calmare la tosse e sbiancare i denti. Tra le altre proprietà la salvia favorisce la secrezione dei succhi gastrici favorendo una buona digestione.

Timo, alloro e menta: le erbe aromatiche meno utilizzate

Anche se meno utilizzate in cucina, esistono tantissime altre erbe aromatiche favolose, tra cui:

  • timo, utile nel periodo invernale perché riduce le infiammazioni della gola e contrasta i problemi delle alte e medie vie respiratorie
  • bacche di ginepro, forse poco conosciute, ma possono essere utilizzate per arricchire gli arrosti; possono portare inoltre benefici a stomaco e intestino, riducendo gonfiori e irritazioni
  • alloro, utilizzato soprattutto con le carni di maiale, queste foglie aromatiche sono ricche di vitamine e sali minerali (calcio, potassio, fosforo, ferro)
  • menta, ricca di vitamina C e soprattutto grazie al mentolo svolge un’azione che favorisce la digestione; inoltre ha una proprietà analgesica contro il dolore.

Prepariamo il sale aromatizzato!

Abbiamo detto che le erbe aromatiche possono aiutare nel ridurre la quantità di sale da utilizzare per le nostre preparazioni, perché grazie al loro profumo riescono a diffondere aromi e dare sapidità in maniera naturale.

D’altra parte però, possono anche essere utilizzate per preparare proprio il “sale aromatizzato”, un ottimo amico per aiutarci a utilizzare in cucina più erbette ed evitare di acquistare i preparati per arrosto che, oltre alle erbe aromatiche, contengono spesso anche additivi artificiali.

Preparazione:

La ricetta è semplice, servono solo del sale marino integrale e dei rametti di rosmarino!
Le proporzioni sono circa 250 g di sale e 3 rametti di rosmarino fresco.

Innanzitutto lavate e asciugate le erbe aromatiche, quindi passare tutto nel mixer (ad impulsi, altrimenti si surriscalda il prodotto).
A questo punto, mettete il prodotto su una teglia da forno ad asciugare per circa 30 minuti a 50°C.
Infine fate raffreddare e riponetelo in vasetti. Il vostro sale è pronto!

Se volete avere le erbe aromatiche sempre fresche e a portata di mano potete provare a coltivarle direttamente nel vostro balcone: con un piccolo orto in casa ricco di erbette profumate, la vostra abitazione diventerà più verde e l’alimentazione sarà più ricca di sapori!