Ciao ragazzi! Oggi parliamo di additivi alimentari. Cosa sono? 

Un additivo alimentare è una sostanza normalmente non consumata come alimento in quanto tale e non utilizzata come ingrediente tipico degli alimenti, indipendentemente dal fatto di avere un valore nutritivo che, aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari per un fine tecnologico nelle fasi di produzione, trasformazione, preparazione, trattamento, imballaggio, trasporto o immagazzinamento degli alimenti, si possa ragionevolmente presumere che diventi, essa stessa o i suoi derivati, un componente di tali alimenti, direttamente o indirettamente.

Gli additivi quindi non sono sostanze necessarie al nostro organismo, ma vengono utilizzati per migliorare alcune caratteristiche di ciò che mangiamo; anche se un additivo deve superare delle prove di tossicità, è buona abitudine preferire quegli alimenti che ne contengono il meno possibile, poiché alcune volte vengono utilizzati per nascondere materie prime di scarsa qualità.

Capire quanti e quali additivi sono contenuti in un alimento è semplice, potete imparare anche voi! Gli additivi devono sempre essere elencati tra gli ingredienti in etichetta, dove possono comparire con il nome oppure con il codice (lettera E seguita da un numero a tre cifre).

CLASSI DI ADDITIVI

CONSERVANTI:
(E200-E290)

Sono sostanze che prolungano il periodo di conservazione dei prodotti alimentari proteggendoli al deterioramento provocato dai microrganismi.

CLASSI DI ADDITIVI

ANTIOSSIDANTI:
(E296-E322)

Sono sostanze che prolungano il periodo di conservazione dei prodotti alimentari proteggendoli dal deterioramento provocato da reazioni chimiche che provocano l’irrancidimento dei grassi e la variazioni di colore.

CLASSI DI ADDITIVI

ACIDIFICANTI e
CORRETTORI DI ACIDITÀ:
(E325-E385)

Sono sostanze che modificano l’acidità di un prodotto alimentare.

CLASSI DI ADDITIVI

EDULCORANTI:
(E951-E1202)

Sono sostanze utilizzate per dare un sapore dolce ai prodotti alimentari; possono anche essere commercializzati sotto forma di polvere o pastiglie per la dolcificazione degli alimenti da parte del consumatore.

CLASSI DI ADDITIVI

EMULSIONANTI:

Sono sostanze che rendono possibile la formazione o il mantenimento di una miscela omogenea di due o più fasi immiscibili (es. olio e acqua) in un prodotto alimentare.

CLASSI DI ADDITIVI

ADDENSANTI:

Sono sostanze che aumentano la viscosità dei prodotti alimentari.

CLASSI DI ADDITIVI

GELIFICANTI:

Sono sostanze che danno consistenza ad un prodotto alimentare tramite la formazione di un gel.

CLASSI DI ADDITIVI

STABILIZZANTI:

Sono sostanze che permettono di mantenere lo stato chimico-fisico di un prodotto alimentare.

CLASSI DI ADDITIVI

AMIDI MODIFICATI:

Sono sostanze ottenute attraverso uno o più trattamenti chimici su amidi alimentari e servono per rendere più densi i prodotti alimentari.

CLASSI DI ADDITIVI

ESALTATORI DI SAPIDITÀ:
(E620-E637)

Sono sostanze che esaltano il sapore e/o la fragranza dei prodotti alimentari.

CLASSI DI ADDITIVI

COLORANTI:
(E100-E199)

Sono sostanze che conferiscono colore a un alimento o ne accentuano il colore originario.

La parola additivo però non deve spaventare, perché ne esistono alcuni innocui come l’acido ascorbico, l’acido acetico, anidride carbonica, acido lattico… Nomi un po’ strani ma non pericolosi!